Come utilizzare nelle opzioni binarie i Pivot Point

ATTENZIONE

Avviso ESMA: Dal 2 luglio 2018 le Opzioni binarie sono vietate in Italia e nei paesi Cee.
Questa pagina rimane a solo scopo informativo.
Se sei interessato al trading online ti consigliamo di valutare il il forex e il trading di criptovalute.


Un trader esperto sa che per poter operare attraverso i broker opzioni binarie in maniera ottimale deve utilizzare gli indicatori di trading per riuscire ad avere dei guadagni costanti nel tempo.

In questo articolo cercheremo di spiegarvi come utilizzare i Pivot Point nelle opzioni binarie.

Giustamente, in questo momento vi starete chiedendo che cosa sono i Pivot Point e come si possono calcolare.

I Pivot Point sono delle vere e proprie aree di supporto e resistenza dei prezzi che variano in base al cambiamento dei valori riferiti alla giornata di sessione giornaliera precedente.

Sono a tutti gli effetti dei supporti e resistenze che di conseguenza si comportano allo stesso modo, questi possono essere sfruttati per tipologie di investimenti orari oppure giornalieri.

Calcolare i Pivot Point è di per sè molto semplice ma se proprio non vi va di mettervi a fare calcoli esistono dei software appositi che effettuano il calcolo per voi.

Comunque, per poterli calcolare occorrono 4 dati principali:

– Il prezzo minimo contrassegnato con la lettera “L”
– Il prezzo massimo contrassegnato con la lettera “H”
– Il prezzo medio contrassegnato con la sigla “AP”
– Il prezzo di chiusura contrassegnato con la lettera “C”

Il prezzo medio viene calcolato con la seguente formula:

– AP = (H + L + C) / 3

I dati principali che serviranno sono i seguenti:

– Pivot di supporto 1—> S1 = (2 x AP) – H
– Pivot di resistenza 2—> R1 = (2 x AP) – L
– Pivot di supporto 2—> S2 = AP – (R1 – S1)
– Pivot di resistenza 2—> R2 = (AP – S1) + R1
– Pivot di supporto 3—> S3 = S2 – (Massimo – Minimo)
– Pivot di resistenza 3—> R3 = R2 + (Massimo – Minimo)

Concludiamo dicendo che anche in questo caso la gestione del capitale è molto importante, per riuscire ad ottenere dei guadagni costanti nel tempo, non dovrete assolutamente rischiare tutto il vostro capitale in un singolo investimento.

La percentuale ideale del vostro capitale da investire è del 5% massimo 10%, in questo modo riuscirete ad ottenere ottimi guadagni senza incappare in disastrose perdite economiche.