Home Blog Page 2

Italia, lenta ripresa

0
italia lenta ripresa
italia lenta ripresa

L’Ufficio Parlamentare di bilancio in una nota sulla congiuntura di Ottobre 2016 ha scritto che l’Italia sta procedendo su ritmi modesti.
In questa nota l’ufficio fa un punto sulla situazione del ciclo economico del nostro paese e anche di quello internazionale relativo ai primi due trimestri e facendo anche una previsione dei due trimestri successivi.

In queste stime si evince che il PIL aumenterà dello 0,4% nel terzo trimestre e dello 0,2% nel quarto.

Tutti questi andamenti congiungono a una tipologia di crescita media per quanto riguarda il 2016 e che è stata aggiustata per l’effetto dei giorni allo 0,9%.

Senza effettuare la correzione per il minor numero di giornate lavorative del 2016 rispetto a quelle del 2015 l’incremento del PIL grezzo è stato dello 0,6%, quest’ultima settimana dobbiamo confrontarla con la crescita dello 0,9% che è stata ipotizzata per il 2016.

Cessione azioni Coin

0
gruppo coin

Il gruppo Coin attraverso un collocamento velocizzato ha ceduto a investitori istituzionali internazionali circa il 12% di Oviesse pari a 23 milioni di azioni ordinarie a 5,71 euro ad azione.

Con questa manovra Coin scende dal 53,1% al 41,1% del capitale di Oviesse, i guadagni lordi derivanti dal collocamento ammontano a circa 130 milioni di euro.

Il Gruppo Coin che è indirettamente controllato da fondi gestiti da BC partner che si è impegnato a non vendere altri azioni OVS per almeno tre mesi dal regolamento dell’offerta.
In tutta la manovra Rothschild e Latham & Watkins hanno agito in qualità di consulente legale Coin e Unicredit ha agito in qualità di Sole Bookrunner.

In un primo momento questa manovra ha fatto crollare il titolo in Borsa di oltre il 5% a 6,728 euro.

Dollaro al massimo di seduta

0
Dollari

Dopo la pubblicazione dei dati riguardanti l’inflazione americana nel mese di gennaio

il Dollaro è riuscito a toccare il massimo di seduta

nei confronti delle controparti valutarie.
Logicamente questo perché i risultati sono stati superiori alle attese e le probabilità di uno o più rialzi dei tassi di interesse da parte della Fed si fanno sempre più concrete.
Il comitato di politica monetaria è riunito da ieri per prendere delle decisioni importanti che verranno rese note questa sera.
Anche se sembra improbabile nell’immediato un ritocco verso l’alto, il Presidente della Fed, Janet Yellen potrebbe dare chiarimenti sugli eventuali tempi e sulle condizioni delle prossime strette monetarie nel corso della conferenza stampa.
L’indice del Dollaro che traccia l’andamento del biglietto verde nei confronti delle altre sei monete rivali è riuscito a salire fino a 97,473, picco di oggi, in rialzo dello 0,4%.

Raggiunto accordo in Unicredit

0
unicredit
unicredit

Proprio ieri è stato raggiunto un accordo con i sindacati per quanto riguarda i dirigenti Unicredit che prevede svariate opzioni di uscita che si faranno su base esclusivamente volontaria, questo è quanto ha comunicato in una nota Uilca.

Eccovi un estratto della nota:

“Nonostante i numeri elevatissimi (470) proposti inizialmente dall’azienda di dirigenti in esubero cui applicare le procedure di licenziamento collettivo, le parti hanno definito una serie di opzioni di uscita, profilate in base all’anzianità, cui poter far aderire il personale interessato su base esclusivamente volontaria compresa l’attivazione del Fondo di solidarietà per 36 mesi e la possibilità di demansionamento per gli appartenenti alle fasce inferiori di retribuzione”.

Uilca ci tiene a sottolineare l’elemento di novità ovvero la relativa attivazione di iniziative di solidarietà fra dirigenti atte a recuperare risorse che vadano a sostenere tutta l’operazione, per ora Unicredit non ha rilasciato nessun commento o dichiarazione.

Sale coppia AUD/USD

0

Il cugino australiano del Dollaro americano questo venerdi gode di ottima salute facendo segnare un valore più alto del biglietto verde.

La coppia AUD/USD è salita dello 0,22% ed è stata scambiata a 0,7589, la quota di supporto è arrivata a 0,7421 che è il valore più basso mai registrato da lunedì scorso e la quota di resistenza la troviamo a 0,7752 che a sua volta è la più alta registrata da mercoledì scorso.

Allo stesso tempo il Dollaro australiano ha guadagnato terreno anche contro la nostra moneta unica e contro lo Yen giapponese con la coppia EUR/AUD che scende dello 0,21% scambiando a 1,4839 e la coppia AUD/JPY in salita dello 0,31% scambiando a 85,92.

Futures del greggio in perdita

0
futures greggio
futures greggio

La sessione asiatica di oggi ha decretato una netta perdita del valore dei futures del Greggio.

All’interno del New York Mercantile Exchange i futures del Greggio previsti in consegna a marzo sono stati scambiati a 30,97 dollari USA il barile, prezzo che cala del 2,44%.

In un primo momento il valore di scambio era ancora più basso a 29,87 dollari il barile, in seguito assestandosi a 30,97 ha caratterizzato una quota di supporto a 28,88 ed una quota di resistenza a 32,03.

Guardando l’indice del dollaro che traccia l’andamento generale della moneta statunitense nei confronti delle altre sei monete rivali, lo stesso è sceso dello 0,08% scambiando a 95,34 dollari.

Sull’ICE il Petrolio Brent in consegna nel mese di aprile ha subito un calo dello 0,09% scambiando a 35,52 dollari il barile, lo spread fra i contratti del Petrolio Brent e il Greggio si assesta a 3,84 dollari il barile.

Rating sul Portogallo idoneo

0
rating portogallo
rating portogallo

Buone notizie per il Portogallo visto che Dbrs ha ritenuto che il rating assegnatogli sia adeguato nonostante il recente timore per il debito del paese a causa del rialzo dei rendimenti dei governativi.

L’agenzia di rating Dbrs è l’unica fra le quattro principali agenzie che continua ad assegnare a Lisbona un ‘BBB(low)’ di investment grade e un outlook “stabile”.

Questi parametri sono indispensabili al Portogallo per portare alla Bce i titoli di stato in collaterale.

Per fine aprile l’agenzia dovrà nuovamente esprimersi sul rating del Portogallo, l’Head Sovereign Analyst di Dbrs, Reuters Fergus McCormick ha dichiarato che il loro giudizio “stabile” sia nettamente il più appropriato, per il futuro si vedrà.

McCormick ha anche aggiunto che se la volatilità dei mercati dovesse protrarsi nel tempo, l’attenzione dell’agenzia per la valutazione finale verrà focalizzata su tutto ciò che potrebbe essere fattibile in termini di aggiustamento fiscale e sull’equilibrio politico in generale.

EUR-JPY in calo

0
eur jpy
eur jpy

In questi ultimi giorni il paese del Sol Levante è riuscito a spuntarla contro i paesi dell’Eurozona.

Il valore dell’Euro è stato nettamente inferiore rispetto ai valori che aveva fatto registrare lunedì scorso.

La coppia EUR/JPY è stata scambiata a 134,67 più giù dello 0,72%, la coppia ha trovato la quota di supporto a 134,31, valore più basso della settimana e la quota di resistenza invece è stata la più alta della settimana a 136,91.

Allo stesso tempo il valore dell’Euro è stato maggiore del Dollaro USA e della Sterlina inglese.

La coppia EUR/USD sale dello 0,12% toccando quota 1,1367 e la coppia EUR/GBP sale dello 0,16% a quota 0,7792.

FS verso Francia e Belgio

0
fs
fs

Come scritto nel titolo il prossimo obiettivo delle linee alta velocità di FS è quello di espandersi in Francia e Belgio.

La cosa è stata comunicata da Michele Elia nelle vesti di AD di FS durante una conferenza sul Workshop del IV pacchetto ferroviario.

Nello specifico D’elia ha dichiarato quanto segue:

“In Germania ci siamo già con Netinera, che fa trasporto locale, e oltre a questo vogliamo andare all’estero con l’alta velocità, in paesi limitrofi e non, anche per far valere il nostro know how“.

L’Amministratore delegato ha poi continuato dicendo che in Svizzera sono già presenti con “Cisalpino” e quindi i prossimi paesi saranno in primis il Belgio e la Francia.

Bestocopy entra nella lista nera Consob

0
bestocopy
bestocopy

Se non hai mai sentito parlare di Bestocopy, buon per te. Il regolatore dei mercati finanziari in Italia, la Consob, ha appena pubblicato un chiaro avvertimento su questa piattaforma di trading sociale (che attualmente ha trovato sostegno visibile presso il broker OptionWeb) che non ha le autorizzazioni per praticare in Italia, ed è quindi completamente illegale.

Bestocopy non è disponibile solo in Italia ma anche in altri paesi Europei e quindi occorre essere molto vigili, e distinguere il buono dal marcio.

Di per sé, Bestocopy si innesta su una piattaforma che è regolata, tuttavia, dobbiamo essere molto attenti a abusi di trading online nella sfera “social“.
Questa pratica offerta dai social trading non porta realmente a una soluzione reale di investimento, ma offrono di copiare semplicemente i commercianti più esperti, in modo molto semplice. Purtroppo molti commenti hanno condiviso il loro disappunto per quanto riguarda l’uso di questo prodotto.

Non avendolo provato, preferiamo non dare un parere su questa piattaforma Bestocopy. Ciononostante vi invitiamo ad essere estremamente vigili, soprattutto perché questo avvertimento diramato dalla CONSOB implica che ci siano probabilmente alcuni derivati, che hanno indotto delle denunce da parte di italiani presso il regolatore territoriale.

La Consob italiana pubblica regolarmente comunicati stampa per avvertire gli investitori Italiani su eventuali truffe perpetrate attraverso siti di trading online postandole sulla sua lista nera.

Ultime News

Chiunque può diventare un trader Forex di successo

Chiunque può diventare un trader Forex di successo

Diventare un Forex trader di successo? Chiunque può farlo! Intraprendere la strada per diventare un trader di successo, è come intraprendere la carriera di atleta...
coppia EUR/JPY

Aggiornamento coppia EUR/JPY

italia lenta ripresa

Italia, lenta ripresa

gruppo coin

Cessione azioni Coin

Sale coppia AUD/USD

futures greggio

Futures del greggio in perdita

rating portogallo

Rating sul Portogallo idoneo

eur jpy

EUR-JPY in calo

fs

FS verso Francia e Belgio

eur usd

EUR-USD ai minimi

mps

Crollo per MPS e Carige

btp

BTP deboli

forex trading

Analisi Forex Trading

atene borsa

Atene, borsa sotto terra

chiusura tokyo

Chiusura record per Tokio

anyoption

Il Broker AnyOption